FACOLTA' DI SCIENZE DELL'EDUCAZIONE MOTORIA - Corso di laurea: Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Ordinamento Laurea Magistrale
Classe LM-67 Classe delle lauree magistrali in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate
Accesso Accesso libero (non è previsto il test di ingresso)
Durata 2 anni
Frequenza E' previsto l'obbligo di frequenza per i Tirocini.
Curricula Percorso formativo unico
Piano didattico/Elenco insegnamenti
Modalità erogazione didattica Convenzionale
Organizzazione didattica Semestrale
Titolo rilasciato Laurea magistrale in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate.
Utenza sostenibile 100
Max numero crediti riconoscibili 40
Sede Chieti, viale Abruzzo 322
Presidente corso di laurea Prof.ssa Patrizia Di Iorio
Date utili Data inizio attività didattica: 08/10/2012.
Costi Come da bando riportato sul sito web di Ateneohttp://www.unich.it.
Sito del corso http://www.unich.it/unichieti/appmanager/federati/scienze_motorie?_nfpb=true&_pageLabel=Scienze_educazione_motoria_homaPage
Nel rispetto degli obiettivi formativi qualificanti della laurea magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, il percorso formativo del corso di studi ha come obiettivo di fornire approfondite conoscenze e competenze in campo motorio per la prevenzione nel soggetto sano, la rieducazione post-riabilitativa e il mantenimento o recupero funzionale nei soggetti con patologie. Il corso di studi si propone, inoltre, di far apprendere al laureato magistrale i principali fattori di rischio per i soggetti con varie patologie, nelle diverse fasce di età, e gli effetti che i farmaci, maggiormente utilizzati nelle terapie di più frequente applicazione, possono avere sull’esercizio fisico. Le competenze acquisite potranno permettere al laureato di operare in modo integrato e coordinato in un team di professionisti della salute e del benessere, nell’ambito del quale le attività motorie sono di fondamentale importanza nel promuovere la salute e la prevenzione primaria, secondaria e terziaria delle principali patologie di interesse sociale. Infine, il corso si propone di fornire le basi per il raggiungimento della migliore efficienza psico-fisica nei soggetti con disabilità psico-motorie congenite o acquisite, adattando le attività motorie alle specifiche necessità dei soggetti stessi, sia nell’età evolutiva che adolescenziale e adulta. A tale fine, il corso fornirà conoscenze avanzate nella biomeccanica del movimento, nella valutazione funzionale dell’esercizio fisico e nelle basi psico-pedagogiche, necessarie per la programmazione di attività individuali e di gruppo, a carattere educativo, ludico-ricreativo e sportivo, da svolgere nel tempo libero e nell’animazione socio-culturale; attività fondamentali anche per l’attuazione dei differenti percorsi formativi da applicare nell’ambito della scuola primaria e secondaria.
E' richiesto il possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo (come disposto dall’art. 6, comma 2, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270).
Gli studenti in possesso di laurea triennale in Scienze Motorie (classe L-22, ai sensi del D.M. 270/04; o classe 33, ai sensi del D.M. 509/99) o di laurea quadriennale in Scienze Motorie, possono immatricolarsi al corso di laurea magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, con il riconoscimento integrale dei 180 CFU.

Gli studenti in possesso di diploma ISEF sono ammessi con debiti formativi che dovranno essere recuperati prima di poter sostenere degli esami previsti dal piano di studi del corso di laurea.

Possono accedere al corso anche gli studenti in possesso di una laurea non appartenente alla classe L- 22 (D.M. 270/04) o 33 (D.M. 509/99) o una laurea magistrale o di un diploma universitario, o altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti, i cui piani di studio consentano il riconoscimento di almeno 60 CFU, in accordo con i CFU minimi fissati per le attività formative indispensabili della Classe L-22 dal D.M. che definisce le classi dei corsi di laurea.

L’adeguatezza della preparazione dei soggetti in possesso dei requisiti curriculari sarà valutata, all’inizio del corso, mediante una prova di verifica le cui modalità verranno stabilite di anno in anno con delibera del Consiglio di Corso di Laurea e indicate nel Manifesto del corso di studio. Se la verifica non sarà positiva, potranno essere previsti percorsi di orientamento universitario e di recupero delle conoscenze essenziali interdisciplinari, da svolgersi attraverso specifiche attività formative.

Sarà ritenuta adeguata, senza necessità di verifica, la preparazione dei soggetti in possesso di almeno 90 CFU riconosciuti con un voto di laurea uguale o superiore a 99.
Il laureato in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate potrà operare come “specialista delle attività motorie” in enti pubblici, strutture pubbliche e private per anziani o per disabili, associazioni, al fine di progettare e attuare programmi motori e sportivi di tipo post-riabilitativo, rieducativo e ricreativo, adattati e personalizzati alle diverse situazioni di età, genere, abilità e alla presenza di patologie croniche stabilizzate.
Il laureato magistrale potrà svolgere la propria attività professionale in modo autonomo:
- nei centri pubblici e privati di rieducazione motoria, cooperando con i diversi professionisti dell’area sanitaria in tutti i progetti di tipo riabilitativo;
- nelle società sportive ed enti di promozione sportiva affiliate al Comitato Italiano Paralimpico (CIP), con funzioni di istruttori personali specializzati di attività motoria per soggetti con particolari condizioni di salute sia fisica che psichica;
- nelle scuole di ogni ordine e grado (dopo il completamento del percorso formativo attraverso corsi di specializzazione specifici);
- nelle organizzazioni di utilità sociale impegnate nelle attività motorie adattate, come consulenti per l’attuazione di programmi di promozione e mantenimento della salute attraverso l’attività motoria;
- nelle università, perfezionando la propria formazione attraverso corsi di master di 2° livello o, nell’ambito della ricerca, attraverso corsi di dottorato di ricerca.
Pertanto, il corso di studio prepara alle professioni di:
- specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili;
- insegnanti nella formazione professionale;
- istruttori di discipline sportive non agonistiche.
La laurea magistrale in Scienze delle Attività Motorie Preventive ed adattate è conseguita in seguito all’esito positivo dell’esame di laurea, avendo in questo modo lo studente maturato 120 crediti, secondo quanto stabilito dal piano di studio. Alla prova finale sono riservati 6 crediti formativi. Essa consiste di una discussione pubblica di un elaborato scritto di fronte a una specifica commissione
La prova finale, che costituisce un’importante occasione formativa individuale a completamento del percorso, ha lo scopo di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e sviluppo. Il contenuto della prova deve essere inerente le tematiche relative agli obiettivi formativi del corso di studio.
La valutazione della prova finale sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto e stato dell'arte, impegno critico, maturità culturale e capacità di elaborazione personale del laureando, accuratezza della sperimentazione (ove prevista), accuratezza dello svolgimento.
Il punteggio della prova finale è espresso in centodecimi con eventuale lode, la cui attribuzione, nel caso di una votazione almeno pari a 110/110, è a discrezione della commissione di esame ed è decisa senza l'adozione di particolari meccanismi automatici di calcolo e viene attribuita solo se il parere dei membri della commissione è unanime.
I tirocini sono valutati con un giudizio di idoneità; i corsi svolti durante periodi di studio all’estero, all’interno del programma Erasmus, sono valutati in trentesimi mediante una apposita tabella di conversione dei risultati. E’ previsto l’obbligo di frequenza per almeno il 75% del monte ore stabilito per i Tirocini.
Parere parti sociali
Nominativi docenti di riferimento Prof.ssa Patrizia Di Iorio
Prof.ssa Angela Di Baldassarre
Nominativi tutor Prof. Alfonso Pennelli
Prof.ssa Maria Addolorata Mariggiò
Altre attività formative Per le Materie a scelta dello studente sono previsti 8 crediti.
Organizzazione La didattica è suddivisa in due semestri con prove di verifica al termine di ognuno di essi.
Le sessioni di esame non coincidono con i periodi in cui si svolgono le attività didattiche.

Propedeuticità
Per Medicina fisica e Rieducazione motoria (II anno) è necessario aver superato l'esame di: Neurologia e Malattie dell’apparato locomotore.
Per Farmacologia e Medicina dello Sport (II anno) è necessario aver superato gli esami di: Biochimica clinica; Anatomia e Fisiologia umana; Biologia e Fisiopatologia generale;
Specialità mediche applicate alle scienze motorie; Neurologia e Malattie dell’apparato locomotore.
Servizi
Nominativi studenti Davide Sposato
Federica Lancia
Maria Ida Lapergola
Dario Dian
Sintesi questionario laureandi
Sintesi questionario studenti http://s3grt.unich.it/index.php
Percentuale laureati http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/framescheda.php?anno=2011&corstipo=TUTTI&ateneo=70053&facolta=66&gruppo=tutti&pa=70053&classe=tutti&postcorso=tutti&annolau=1&disaggregazione=tutti&LANG=it&CONFIG=occupazione